IL SUCCESSO “CORSA ROSA”

 

 

Marathon Legnago ha avuto quest’anno l’onore di organizzare, in collaborazione con UISP, e proloco la manifestazione a scopo benefico “CORSA ROSA”.

 

Ecco come l’evento è stato vissuto da due punti di vista:

 

 

L’ORGANIZZATORE

 

Sabato 4 marzo ritrovo al campo alle 14!!! Questo il grido di battaglia di Marco Brentaro che coadiuva Pietro Galati nell’organizzazione del percorso della Corsa Rosa!!!.

Ci si ritrova come sempre al Bar da Martina per caricarsi con un buon caffè e poi via con l’entusiasmo di sempre, che ci contraddistingue, a far “bene”.

Andiamo per passi.

Marathon Legnago (ML) ha avuto l’onore ed il piacere di curare l’organizzazione del percorso, e non solo, della prima edizione legnaghese della Corsa Rosa prevista per domenica 5 marzo con partenza da Piazza Garibaldi alle ore 9.30.

Il Presidente “operaio” di ML ha disegnato il percorso, tutto cittadino, in onore delle donne e per far sì che per un giorno Legnago fosse percorsa da una moltitudine di magliette rosa.

Agli associati ML il compito di assicurarsi che tutto filasse liscio sul percorso.

Alla fine saranno ben 21 i prodi associati ML, fra runners e genitori, a garantire con la consueta attenzione e premura, la buona riuscita dell’evento.

Sabato pomeriggio quindi armati di 8 Km di nastro rosa e di cartina del percorso, che dettaglia ogni particolare; partiamo da Piazza Garibaldi con l’intenzione di disegnare un percorso tutto rosa e che dia enfasi all’evento. Ogni volta che veniva tirato il nastro era come addobbare Legnago (mai visto nelle nostre esperienze sportive un percorso disegnato così bene, anche nei più piccoli dettagli, come le frecce sulle transenne!!!) e prepararlo per una bella festa.

L’attenzione e la premura nella stesura del nastro rosa sono maniacali, come l’attenzione alla sicurezza, che primeggia sempre ed in ogni circostanza nella cultura degli associati ML (i birilli predisposti a Ponte Fior di Rosa per delimitare il percorso e la messa in sicurezza dei runners dalle automobili).

Legnago è percorsa da chilometri di nastro rosa, nastro rosa che purtroppo, nella notte di sabato, in alcuni tratti, sarà danneggiato.

L’organizzazione è sempre al TOP ed anche in questa circostanza, come in quella della StraLegnago del 2016, si dimostra all’altezza del compito affidatole.

Viene previsto infatti un servizio in bici per domenica mattina 5 marzo, per ripristinare il nastro danneggiato, che i validi Andrea Avanzini e Dino Maestrello espletano in maniera esemplare (in breve tempo tutto il percorso viene supervisionato e predisposto al meglio!).

Ordine di scuderia, ritrovo domenica mattina in Piazza Garibaldi alle ore 7.20!!!.

L’indomani mattina dopo il consueto caffè ci si ritrova in Piazza per capire chi di noi avrà l’onore di presidiare la postazione #16, che avrà una importanza strategica in quanto………………? “Gelateria da Yuri” ecco l’importanza strategica della postazione #16 (presidiata dal Tina!) e quindi svelato l’arcano che assillava tutti gli associati ML da giorni.

Insieme ai 21 prodi associati ML Marco parte da Piazza Garibaldi e distribuisce via via i volontari sui vari punti di attenzione del percorso.

La collaborazione di tutti gli associati ML si vede in qualsiasi circostanza ed è apprezzabilissima: accorgimenti nella predisposizione del percorso l’hanno sicuramente reso più bello.

Un brevissimo briefing con la polizia locale e via alla prima edizione legnaghese della Corsa Rosa!!.

Da distante non si può non notare la moltitudine di magliette rosa che avanza in massa, alla fine saranno più di mille le iscritte e fra di loro anche uomini, bambini, cani, passeggini, ecc. e purtroppo anche qualche automobilista maleducato.

E’ stata un festa, una bella festa, e così doveva essere.

Alla fine le “formichine” ML, senza ricevere nessun comando, partono e si prodigano per liberare il percorso da tutti i km di nastro rosa disseminati per il paese svolgendo il compito in pochissimo tempo.

 

Nicola Angonese

 

L’ATLETA

Domenica 5 marzo a Legnago si è svolta la CORSA ROSA, alla quale ho partecipato, correndo lungo un percorso cittadino di 5 km ripetuto due volte.

Uisp in collaborazione con Marathon Legnago e Pro Loco hanno voluto e organizzato questa corsa-camminata non competitiva a favore delle donne, con partenza e arrivo in Piazza Garibaldi.

Appena arrivata mi ha subito colpito il cospicuo numero di partecipanti (più di 1000), tutti con la maglia rosa, simbolo dell’evento!

Le foto e la vivace animazione rendono festoso ed entusiasmante il momento della partenza.

Il percorso, interamente cittadino, contrassegnato da un significativo nastro rosa e con passaggio nel parco urbano, mi è piaciuto per il susseguirsi lungo le vie della città e perché al secondo giro, stando sulla strada è balzato agli occhi come effetto sorpresa la lunga fila di camminatori lungo il perimetro del parco. Alla vista si è presentata una lunga striscia rosa in movimento, a testimonianza della sentita partecipazione di tutti e della palese riuscita dell’evento.

Tra una chiacchiera e l’altra, qualche foto e saluti vari ho concluso il secondo giro: come da tradizione, onorato il ristoro finale, con soddisfazione per aver partecipato.

Il vero momento topico è stato il doveroso applauso al passaggio della associazione “Cuore di Donna” (al quale è stato devoluto l’incasso), gruppo di donne del basso veronese operate al seno e non, con obiettivo di sostenere la lotta contro il cancro.

In sintesi una corsa all’insegna del sorriso, della festa e della condivisione, a testimonianza del fatto che sport, festa e sentita partecipazione ad una giusta causa, possono piacevolmente convivere e funzionare.

🎀Per me è un grande SI, complimenti a tutte e tutti e alla prossima Corsa Rosa 🎀

 

Mazzi Edi

 

Leave A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Watch Dragon ball super