Ferrara Marathon e Half Marathon 2011

( Marathon Legnago – mail: vr828@fidal.it )

( FGP srl – web: http://www.fgpsrl.it/ )

—————————————————————————————————————————————————-

Giornata bellissima trascorsa a Ferrara! Mi dispiace molto per la forzata assenza di Simone Marangon che afflitto da un problema fisico non ha ancora esordito con i colori di Marathon Legnago. Simone ti aspettiamo!

Simpaticissima la formazione dei “camminatori” ( camminatrici) Valentina, Edi, Cristina, Michela che ormai si stanno consolidando a divenire una appendice seria e motivata ai Soci agonisti al punto che presto vestiranno la divisa sociale. Al momento fanno parte di questo gruppo in attesa di riprendere con le gare, Maurizio Bozza ieri comunque assente e Davide Zennaro sempre presente ad ogni uscita.

Veniamo alla giornata agonistica ed ovviamente non possiamo che iniziare dalla Maratona dove il nostro alfiere e senza dubbio Atleta del giorno è stato un Grande Roberto Orsatti. Un responso cronometrico il suo che stupisce, si è migliorato di ben 7 minuti chiudendo in 3h38’07”. La sua è stata una gara molto attenta nello sviluppo, preparata certamente con scrupolo che ha portato Roberto ha chiudere con una decisa “freschezza” ancora in corpo che lascia intendere dei buoni margini di ulteriore miglioramento. Magari a fine anno 2011. Grande Roberto!

Nella Half Marathon in 7 alla partenza e tutti al traguardo, eccoli:

Fabrizio Danesi 1h20’53”- senza quei 53 secondi + 1= 54 avrebbe centrato l’obbiettivo che io avevo proclamato, ovvero andare sotto, anche di un secondo all’ora e venti. Sia chiaro che siamo soddisfatti poiché la nostra “punta” si è migliorata di un minuto abbondante rispetto a Verona! Analizzando a posteriori, io che seguo Fabrizio avevo il sospetto che i 10.000 m. di soli 7 giorni prima al Drappo Verde potevano lasciare qualche segno di troppo nelle gambe. Va bene così, Fabrizio sta rispondendo bene agli stimoli atletici che con calma stiamo portando avanti. E poi a tavola è uno spasso, un caterpillar di sfondamento anzi di strafogamento!

Luca Villa 1h29’06” – il Vice Presidente è uno straordinario Atleta Rompi balle! Comincia all’alba a flagellarsi con vari “sono stanco dentro …anche fuori” ma poi… Se non avesse l’altro bellissimo e nobile impegno del Triathlon, ma mettiamo facesse solo la corsa, beh, non ci sarebbe trippa per parecchi gatti, ma tanti gatti …. Anche qualche cane, ovviamente levriero. Io adesso mi butto in una previsione; l’8 maggio a Trieste Luca spara un bel 1h e 27 minuti. Si accettano scommesse.

Francesco Sartori 1h35’04” – ha rallentato un po’ ma ci sta tutto. Francesco è atleta saggio e intanto per Lui vale lo stesso discorso della vicinanza del drappo Verde con l’aggravante che il 17 aprile correrà la Maratona di Padova e quindi ha già messo sulle gambe qualche lunghissimo che inevitabilmente fa rallentare l’andatura. Francesco secondo i miei personali calcoli, visti i suoi tempi recenti ha una proiezione nella Maratona prossima di 3 ore e 20 minuti. Vediamo….

Matteo Micelli 1h49’31” – Prestazione costante quella di Matteo che ha dimostrato già più volte che può fare molto bene, chiaro che le incombenze quotidiane lavorative e famigliari possono in certi periodi della Vita impedire un allenamento costante. Ricordo sempre con gran piacere la mezza di Mantova 2006 quando io e Matteo ci presentammo all’arrivo affiancati in 1h34’ e non ricordo i secondi, si può fare ancora!

Davide Belluzzi 1h51’40” – Bene Davide! Sta recuperando alcuni problemi fisici fastidiosissimi con carattere e senza forzature. L’alternanza del chilometraggio delle gare, ovvero una mezza ad una corta, quindi la simulazione in assenza di gare abbordabili, ecco può far crescere, con cautela. Escludo che Davide si avvicini ad una Maratona in questo 2011. Avanti così.

Pietro Galati 1h54’12” – Sapevo che avrei patito, quindi me l’ha sono presa comoda, intendiamoci, ho patito ugualmente. Svelo l’arcano: (la minchiata che ho fatto) alla mezza di Verona ero in crescita, ok. Una settimana prima del Drappo avevo in testa di stressare le gambe di Fabrizio su un percorso tipo cross, questo per non farlo andar forte proprio nel Drappo stesso, ma pensando al miglioramento del suo personale nella mezza di Ferrara, diciamo ch’è andata bene. La minchiata mia sta nel fatto che quel che ho prescritto a Fabri per domenica 13, io l’ho fatto l’11, il 12 e il 13 stesso per capire alcune cose…. Praticamente mi sono segato le gambe, però sono curioso e so che può essere un difetto! Cavia, criceto o topolino bianco? Chi sono?

Simone Buzzacchi 1h56’33” – Io sono tifoso di Simone, questo non posso nasconderlo. Mi piace la sua proverbiale filosofia che può definirsi tipica del vero Amatore. Attenzione comunque, io vedo in Simone un certo carattere “caliente” che se gestito o meglio se Lui riesce nell’autogestione, quindi nella razionalizzazione delle proprie energie, evitando il gareggiare ogni domenica, sempre l’alternanza lungo e corto/veloce, legato questo all’abbassamento graduale del peso corporeo….. Simone tra un anno nella mezza stampa un bel 1 ora e 45 minuti, magari a Ferrara. Sicuro!

Comments

Leave A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Watch Dragon ball super