Snell sconfessò Arthur Lydiard.

Marathon Legnago / vr828@fidal.it — FGP srl / www.fgpsrl.it

“…..neanche un atleta straordinario come Peter Snell, noto per i suoi finish devastanti e per l’eccezionale potenza delle sue spinte, poteva permettersi chilometraggi lenti.Molti anni dopo il suo ritiro, Snell ammise che i grandi chilometraggi messi a punto per lui da Arthur Lydiard gli davano sì grande giovamento organico ma purtroppo mettevano a rischio la sua velocità di base, per cui , per due sere la settimana, per tenere alto lo stimolo sul sistema neuromuscolare e desti i riflessi, il neozelandese si dedicava alle ripetute corte, gradini, terreno irregolare ed allegro con cambi di passo repentini. Inoltre, secondo Peter Coe, chi vuole essere un buon atleta nella corsa dal mezzofondo alla maratona non può permettersi troppe miglia lente nei suoi allenamenti……”

Leave A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Watch Dragon ball super