“Garda Trentino Half Marathon”

Ancora una volta la Garda Trentino Half Marathon, quest’anno giunta alla decima edizione, si riconferma una delle migliori mezze maratone italiane tanto da portare al traguardo ben 2822 concorrenti (3136 gli iscritti). Un cielo terso e un meraviglioso sole ha trasformato una mattinata podistica in un vero e proprio spettacolo nel quale tutti gli atleti sono stati i protagonisti.
Ogni cosa era al posto giusto e Marathon Legnago ha fatto centro!
Eravamo in 12 e tutti hanno portato a termine la gara, ben quattro per la prima volta nella storia dell’associazione si sono piazzati sotto l’ora e trenta minuti e la nostra punta Fabrizio Danesi si è classificato al 23° posto assoluto con un crono che ha spiazzato anche me che comunque sapevo dell’effettivo valore attuale dell’atleta, in costante crescita ma tre minuti e oltre di miglioramento rispetto alla mezza di Gardaland del 2 ottobre è francamente un grande successo!
Walter Dalla Via 1h26’39”, Cristian Marconi 1h28’17”, Emiliano Bianchi 1h29’50” sono gli altri “moschettieri” sotto l’ora e trenta minuti. Grandi!
Luca Villa è tornato, fantastico il Vice Presidente ha chiuso la sua prova con una dimostrazione di grande caparbietà e valenza atletica, 1h31’28”.
Ottimo Luca Sprea, ha trovato lo stimolo giusto e gara dopo gara sta migliorandosi, ha chiuso 1h48’09”. Senza l’infortunio nella prima parte dell’anno, oggi Luca….. Tempo al tempo!
Simone Buzzacchi sta chiudendo un’anno atletico strepitoso con una valanga di gare fatte e miglioramento vertiginoso fino 1h e 46 di Mantova, a Riva tira un po’ il fiato ma resta grande in 1h48’54”.

Un grande crono per Nicola Tomelleri che con certosina perizia è entrato nel merito della corsa e il suo 1h50’41” dice che ci saranno sviluppi!

Andrea Avanzini con 1h51’00” consolida la propria caratteristica di ottimo “ragioniere” e amministratore della forma fisica, solida e stabile nel tempo.
Pietro Galati è soddisfatto assai assai, lo scorso anno ritirato, quest’anno non doveva esserci per via del “diavolo” che ha messo l’auto ko sulla strada per Riva. Rotto un corno al diavolo ha corso con la testa a Fabrizio, una missione possibile, molto adesso.
Simone Avanzini vince ogni gara dove corre, buono così, attività lavorativa difficile la sua ma, Simone c’è e taglia il traguardo in 2h03’14”.
Eccola! Che gran testa la nostra Renata Sandrini, forza di volontà da vendere, l’ortopedico l’aspetta per il menisco rotto ma, doveva esserci a mettere il timbro sul suo ottavo posto nella classifica finale del “Circuito Verona Corsa”, finisce in 2h04’39” e con il sorriso di chi sa di valere.
Marathon Legnago ha bastonato il diavolo!!!!!!

Comments

Leave A Comment

Watch Dragon ball super